E’ un’evoluzione dell’Omeopatia alla luce delle più recenti acquisizioni nel campo della Biologia, della Medicina e della Fisica, in una visione olistica della Medicina Biologica ispirata alle teorie di Hahnemann (fondatore dell’Omeopatia), e alle leggi della fisiologia e fisiopatologia bioenergetica della Medicina Tradizionale Cinese e di altre metodiche terapeutiche olistiche.

L’Omotossicologia vede nei fattori tossici di qualsiasi natura per l’essere umano, esogeni ed endogeni, la causa della malattia, interpretata come espressione clinica della lotta dell’organismo contro le tossine, al fine di neutralizzarle ed espellerle.

Per attuare la terapia ricorre quindi ad un repertorio di rimedi assai articolato, che prevede medicinali “unitari” e “composti”.