PNEI E CEFALEE CRONICHE: IL MECCANISMO CHIMICO DELL‚ÄôEFFETTO PLACEBO¬

E‚Äô nel cervello il meccanismo chimico specifico alla base dell’effetto placebo contro il dolore.¬† L ‘efficacia del placebo contro il dolore √® pi√Ļ che un mero effetto psicologico ma dipende dalla reale attivazione dei centri cerebrali preposti al controllo degli stimoli dolorosi, ovvero le aree di produzione degli oppioidi gli antidolorifici naturali (endorfine) del nostro organismo. L’effetto placebo √® il fenomeno per cui il lasciar credere al paziente che stia assumendo una medicina efficace per il male che lo affligge (per esempio una cefalea) migliora veramente le sue condizioni fisiche, riducendo il dolore avvertito. In altri termini, somministrare un placebo a un paziente pu√≤ significare ridurre le sue sensazioni dolorose pur senza sottoporlo ad una reale cura farmacologica. Numerosi studi dimostrano che il condizionamento psicologico si traduce in un meccanismo chimico preciso che esercita la propria azione sul corpo del paziente ‘ingannato’ dal placebo. Scansioni dell ‘attivit√† cerebrale con la tomografia ad emissione di positroni (PET), misurano il grado di attivit√† delle aree produttrici di endorfine. Le endorfine ‚Äď gli analoghi biologici della morfina ‚Äď sono sedativi endogeni, si legano a recettori neurali inibendo la trasmissione del segnale tra neuroni e, quindi, spegnendo la percezione dello stimolo doloroso. Molti ricercatori hanno rilevato con la PET un aumento di produzione degli oppiodi endogeni, identificando anche le aree del Sistema Nervoso su cui le endorfine esercitano l’effetto placebo. Gli esperti hanno, inoltre, dimostrato che il placebo non produce la stessa efficacia su tutti: in alcuni determina un forte innalzamento della soglia del dolore, in altri un aumento pi√Ļ contenuto. Probabilmente accompagnare/ alternare le terapie ‚Äúvere‚ÄĚ con¬† terapie placebo potrebbe contribuire ad attenuare¬† le cefalee croniche, condizioni¬† multifattoriali e connesse a disordini ormonali, alterazioni endocrine, tossicit√† da cibo e da farmaci, stress e stanchezza cause queste che vengono comunque¬† risolte¬† con la terapia sistemica Pneisystem ¬†che ¬†punta ad una soluzione radicale (e non placebo!) del problema.

Pnei e cefalee croniche: il meccanismo chimico dell’effetto placebo, a cura della Dott.ssa Maria Corgna, specialista in Endocrinologia – Agopuntore ed esperta in Medicina Naturale.

www.pneisystem.com | www.mariacorgna.it

ARCHIVIO ARTICOLI